Seguici su: Contatti:

 

Menu

Renato Zero, tre album in tre mesi per festeggiare i 70 anni: "Questa è una rinascita"

Renato Zero, tre album in tre mesi per festeggiare i 70 anni: "Questa è una rinascita"

Arrivare al traguardo dei 70 anni con il piglio del grande artista, che non depone voglia di fare né tantomeno l'ambizione di regalare progetti importanti. E' quello che fa Renato Zero con "Zerosettanta", un'opera in tre atti, tre album in uscita a settembre, ottobre e novembre, ogni 30 del mese. Un totale di 40 inediti per riassumere la sua visione poetica. "In questo disco c'è sapore di giovinezza - dice -, non è il mio funerale ma una rinascita". E' passato solo un anno da "Zero il Folle" eppure Renato Zero sembra un fiume in piena a livello di ispirazione. Si parte con la pubblicazione del volume tre, che sarà seguito dal due e infine e dall'uno. Non un vezzo anticonformista ma un omaggio, l'ennesimo, ai suoi fan. 'Tre... due... uno... Zero' è il segnale degli Zerofolli quando inizio uno show e mi sembrava bello riprendere quel conto alla rovescia" spiega nel corso di una conferenza stampa stra-affollata, per quanto rigorosamente in streaming come ormai è diventato abitudine fare da qualche mese a questa parte. Mesi difficili, di distanziamento sociale e di rapporti interrotti, di paure e isolamento, che in molti casi hanno inciso anche sull'operato degli artisti. Non tutti però. Nel caso di Renato Zero il tempo è stato speso in maniera assolutamente proficua. "In questo periodo ci siamo guardati dentro e ci siamo confrontati con noi stessi - spiega -. Molti artisti hanno usato questo tempo per riflettere sul proprio modo di fare musica e anche sulla tempistica di pubblicazione solo quando hai materiale meritevole". "Zerosettanta" sembra quasi essere figlio di un'irrefrenabile esigenza di scrittura e di comunicazione.

 

FONTE: www.tgcom24.mediaset.it

Clienti