Seguici su: Contatti:

 

Menu

Gigi D'Alessio: «Io e il rap? Contro di noi lo stesso pregiudizio»

Gigi D'Alessio: «Io e il rap? Contro di noi lo stesso pregiudizio»

Gigi-rap. D'Alessio prende quindici hit del repertorio di trent'anni di carriera e le reinterpreta, riarragiandole a colpi di rap di Clementino, BoomDaBash, Geolier, J-Ax, Rocco Hunt, LDA (all'anagrafe è suo figlio Luca) e tanti altri artisti del panorama urban contemporaneo. Il titolo del progetto - a quasi un anno dal suo ultimo disco Noi due - è bene augurante: Buongiorno (l'hashtag top tendenza sui social, quasi 500mila visualizzazioni su YouTube e 4milioni su Spotify in pochissime ore), contiene un inedito Vint'anne ed è realizzato senza musicisti. Eccetto lui e il produttore Max D'Ambra. «È l'idea che avevo da un po' che ha preso finalmente forma. Devo dire grazie al fermo obbligato che ci ha costretto ad annullare tour e impegni. Mi piace pensare che la musica sia come una donna nuda. A seconda di come si veste, è romantica, rock, classica. Ma sempre femmina resta. Così la canzone, con la melodia e l'armonia. Io ho solo ristrutturato dei quadri (Sotto le lenzuola, Annarè, Como suena el corazon): ho cambiato la cornice e ho tolto la patina. Ho avuto solo il coraggio di farlo».Prende il cellulare. Apre Spotify, ed è un continuo aumento di numeri. Quattro milioni in pochissime ore. Guardi, al pubblico sta piacendo. Ecco, ci vuole coraggio e voglia di imparare».

FONTE: www.leggo.it

Clienti